Sostieni Eng2ita!

Stiamo raccogliendo fondi per il rinnovo del dominio .net.
Con il tuo aiuto, Eng2ita può raggiungere questo obiettivo!

Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.
Hai perso l'e-mail di attivazione?

25/05/2024, 21:49

Login with username, password and session length
4 Visitatori, 0 Utenti

Autore Topic: ENG2ITA e l'open source  (Letto 10147 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

forart.it

  • Visitatore
ENG2ITA e l'open source
« il: 30/09/2007, 11:23 »
Ho notato che dopo la chiusura di AutoPatcher XP da parte di MicroSoft sembra che abbiate "sterzato" saggiamente verso softwares open source da localizzare: avete la mia stima e (ne sono certo) quella dell'intera comunità di connazionali che usano abitualmente di sw open.

Non sò se siete prettamente orientati al mondo Windows (come sembrerebbe), ma  volevo suggerire qualche altro OS che potrebbe essere interessante supportare:

- Haiku, il clone open source di BeOS il noto sistema operativo orientato alla multimedialità. Esiste già anche una community italiana al sito http://www.haiku-os.it/

- Syllable, un sistema operativo GPL che sta facendo molti passi da gigante negli ultimi tempi

- Kolibri, scritto completamente in assembler   !

Sarebbe anche interessante poter avere una funzione per tradurre direttamente da qui, un po' come stanno facendo per ROScms...

Offline dkdk_it

  • The BOSS!
  • Amministratore
  • *****
  • Post: 2.779
  • Karma: 64594
  • Finis coronat opus
    • ENG2ITA
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #1 il: 30/09/2007, 23:26 »
Ciao forart.it,
magari non parlo apertamente delle mie preferenze e delle mie abitudini... ma io l'open source l'ho sempre sostenuto, preferito, utilizzato, sviluppato... in poche parole adorato!
Non rilevo, come dici tu, una svolta in tal senso solo dopo aver avuto il NO di Microsoft per AutoPatcher... già prima producevamo vagonate di addon che comprendevano software freeware e talvota open source.

Premesso che utilizzo Windows solo per preparare AutoPatcher e per compilare in VisualBasic (e lo smacco più grande sta nel fatto che lo virtualizzo su Linux  ;D)... l'orientamento al mondo Windows degli addon e delle traduzioni in genere, ahimé, è dettato dalle statistiche: oltre il 90% dei PC montano Windows!

Ciò non toglie che non abbiamo pregiudizi verso alcuno (dimostrato dal nostro impegno con ReactOS), quindi prova a fare un appello (aprendo un topic ad hoc o ancora meglio, prima, contattando uno dei moderatori/admin per "capire" il lavoro che c'è da fare) per la traduzione di software per quei sistemi operativi.
Sarei estremamente contento se il forum diventasse base (di partenza e/o di arrivo) per le traduzioni di software per quei SO.

A presto.

forart.it

  • Visitatore
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #2 il: 01/10/2007, 11:39 »
Sarebbe anche interessante poter avere una funzione per tradurre direttamente da qui, un po' come stanno facendo per ROScms...

Sarei estremamente contento se il forum diventasse base (di partenza e/o di arrivo) per le traduzioni di software per quei SO.

Sono abituato a chiedere opzioni e fornire soluzioni:

Launchpad Translations
Citazione
Translators shouldn't have to be coders. Launchpad shields translators from low-level complexities, whilst working with standard .pot, .po and .mo files.

Automatic suggestions, from a library of 750,000 translated strings, and a community of 19,000 registered translators can radically cut the time required to localise your project into many languages.

Launchpad keeps track of the translations for each major version of a project separately, allowing translators to continue to improve the translations of your stable releases while others start work on newer versions that are still in development.

Spero sia utile.  :angel:

EDIT: ho trovato anche Pootle

Citazione
Pootle is a simple web portal that will enable you to manage your translation projects. Since Pootle is Free Software, you can download it and run your own copy if you like. You can also help participate in the development in many ways (you don't have to be able to program).
« Ultima modifica: 01/10/2007, 11:57 da forart.it »

Offline Bardack93

  • Non tornare mai indietro, neanche per prendere la rincorsa.
  • Jr. Member
  • **
  • Post: 76
  • Karma: 6
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #3 il: 01/10/2007, 13:54 »
Ciao Forart.it volevo dirti una cosa...tu stai trovando miriade di bellissime sofwatre e OS open Source ma devi pensare ad una cosa come vedi nelle traduzioni passate la collaborazione di utenti e stata scarsa quindi ti invito a fare una cosa sceglere uno di questi con un Mod [tipo mf3imp ;D ]e proponi il migliore o quello ke dovrebbe richiedere secondo te precedenza rispetto agli altri e richiedere documentazione al creatore del sofwatre e postarlo tu stesso e anche farti promotore della traduzione ;)!

I miei sono consigli e psero che ti siano utili ^_^!

forart.it

  • Visitatore
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #4 il: 01/10/2007, 14:20 »
come vedi nelle traduzioni passate la collaborazione di utenti e stata scarsa quindi ti invito a fare una cosa sceglere uno di questi con un Mod [tipo mf3imp ;D ]
Allora, allora, allora: mf3imp mi ha contattato in privato esponendomi lo stesso problema, per questo ho postato qualche "link utile".

Il problema è, secondo me, che per un neofita può risultare complicato scaricare file, decomprimerli, elaborarli col programma adatto e quant'altro. Se questo fosse consentito DIRETTAMENTE dal sito web, credo che molte più persone apporterebbero contributi.

Web 2.0 (user generated content) insegna !

Poi non dimentichiamoci che siamo pur sempre in Italia, quindi non illudiamoci che grazie a questo si rivoluzionerebbero le cose... ma un passo avanti non fa mai male (a mio modo di vedere).

Io ad esempio non contribuisco alle traduzioni perché non sò come fare e neanche ho tempo di leggermi faq e quant'altro. Se avessi la possibilità di tradurre anche solo qualche frase, semplicemente loggandomi, credo che lo farei volentieri.

Offline Bardack93

  • Non tornare mai indietro, neanche per prendere la rincorsa.
  • Jr. Member
  • **
  • Post: 76
  • Karma: 6
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #5 il: 01/10/2007, 15:00 »
Ma mica  difficile!!!!
A decomprimere un file con WinRar nn ci vuol molto e poi aprirlo con un semplcie Blocco Note ed editare le parole in inglese!!
Io infatti traduco poche cose e le metto nn ci vuole molto te lo giuro!!!!!!

Citazione
Poi non dimentichiamoci che siamo pur sempre in Italia, quindi non illudiamoci che grazie a questo si rivoluzionerebbero le cose... ma un passo avanti non fa mai male (a mio modo di vedere).
Ragioni un po male .....in italia si puo fare ma si parte dal presupposto come te che nn si puo fare.... :-\ tutto e possibile tranne L'UOMO GRAVIDO!!!!!!!!!!!


Offline mf3imp

  • Ritorno alle origini
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 526
  • Karma: 101
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #6 il: 01/10/2007, 21:31 »
... un Mod [tipo mf3imp ;D ]e

uno a caso proprio...  :ashamed:

Le proposte sono interessanti, però oggettivamente la traduzione di jzip consiste nel prendere il file excel con le stringhe, e poi: nella prima colonna la voce in inglese, nella colonna a fianco scrivere quella in italiano. Il progetto va avanti spedito? Giudicate voi...
Questo non vuol dire che il tutto sia un fallimento (i 300 download della traduzione di paint.net ne sono la prova, e se varranno l'inclusione dell'italiano nelle lingue supportate nativamente, sarà un succeso ancora più grande), però un po' più di entusiasmo sì, quello me lo aspettavo. Sempre per citare jzip, una 20 di persona che si fanno 20 righe a testa (30 minuti a dir tanto), e in un'ora la traduzione è fatta e finita. Chi ci lavora attualmente ci metterà un po' di più, ma il lavoro va avanti lo stesso. Pace e bene.

forart.it

  • Visitatore
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #7 il: 02/10/2007, 14:25 »
Infatti: tanto per capirci, io lavoro su 3-4 computers differenti, in orari differenti ed in luoghi differenti. Non mi metterò mai a scaricare un (il) file su ogni macchina, scompattarlo, ecc.

Il concetto è questo: non è che sia difficile farlo ora, ma più è facile più probabilità ci sono che collaborino persone, IMHO.

Offline softinformatica

  • Boh!!
  • Eng2ita Friends
  • **
  • Post: 1.513
  • Karma: 88
  • OS: Windows 10 Professional x64
    • Eng2ITA
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #8 il: 02/10/2007, 17:17 »
Infatti: tanto per capirci, io lavoro su 3-4 computers differenti, in orari differenti ed in luoghi differenti. Non mi metterò mai a scaricare un (il) file su ogni macchina, scompattarlo, ecc.


Sinceramente...... Concetto un po contorto :???: :???: :???: :???:
Prova a ragionare se tutti avessero il tuo concetto? Allora? Si tratta, se uno è capace ed ha quel minuto di possibilità, perchè non tentare di dare una mano?? Siamo o non siamo una community??  ;)  Qui cerchiamo di aiutarci a vicenda.
Amico forart.it, senza rancore  ;)
Un saluto
softinformatica
« Ultima modifica: 02/10/2007, 17:19 da softinformatica »
It is not bad die ... but can not tell

forart.it

  • Visitatore
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #9 il: 05/10/2007, 12:33 »
Sinceramente...... Concetto un po contorto :???: :???: :???: :???:
C'è una bella differenza fra concetto e condizione...  :-\

Prova a ragionare se tutti avessero il tuo concetto? Allora?
Se tutti fossero nella mia CONDIZIONE per l'accesso alla rete contribuirebbero poco, IMHO.
La mia proposta è volta proprio a cercare di incrementare le contribuzioni !  :laugh:


Si tratta, se uno è capace ed ha quel minuto di possibilità, perchè non tentare di dare una mano??
Sullo spirito di gruppo non ho - ovviamente - nulla da eccepire, ci mancherrebbe.
Però c'è da considerare che qualcuno (come me, e mi piacerebbe sentire anche l'opinione degli altri) si trovi in condizioni tali da contribuire poco, disordinatamente o affatto più per ragioni di praticità che altro (sempre IMHO).  :P

Il successo del Web 2.0 (User Generated Content, vedi CMS vari, blogs, wikis, ecc) a mio avviso ne è la dimostrazione lampante: quando si può contribuire in modo semplice e rapido gli utenti "si sfogano"...   :o

Siamo o non siamo una community??  ;)  Qui cerchiamo di aiutarci a vicenda.
Siamo una community on-line, quindi perché non aiutarci on-line ?   :angel:

Amico forart.it, senza rancore  ;)
Un saluto
softinformatica
Rancore ???  :???: :???: :???:
Non pensavo che le opinioni espresse sopra potevano essere in grado di generare rancore... e spero che nessuno se la sia presa. Si fà per discutere...

Ciao  :-*
« Ultima modifica: 05/10/2007, 12:42 da forart.it »

Offline mf3imp

  • Ritorno alle origini
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 526
  • Karma: 101
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #10 il: 05/10/2007, 13:16 »
Per arrivare al wiki come lo conosciamo oggi, ci sono voluti anni di sviluppo. Le traduzioni dei software (freeware e open source) che curiamo sono di qualche centinaio di righe. Mettere un file di testo zippato che tutti possono prendere, farsi qualche riga, riallegare lo stesso file con un po' di lavoro svolto, è cosa che è possibile fare anche col mio palmare da 200 euro.
Creare una "struttura web 2.0" per progetti così piccoli porterebbe via risorse a quello che è il cardine dell'intero progetto: la traduzione. Io preferisco lavorare su un file di testo, che tale rimmarrà in futuro, che non passare il tempo a creare una cosa che non servirà a molto. Spiegazione del contetto: per loro stessa natura, i software di cui ci occupiamo sono migliorati e aggiornati spesso. Una volta completata una versione base del file della traduzione, i piccoli cambiamanti necessari per i passaggi successivi si fanno in pochi minuti. Ma se nessuno lavora alla versione base, di quei software non esisterà mai una versione italiana.
Il problema di fondo è che se si apre un topic chiamato "traduzione di xxx", la gente si aspetta di trovare la pappa fatta, non una richiesta di collaborazione al progetto, per farlo in tempi brevi. E' la triste verità, lo dimostra il fatto che chi ha interesse collabora, mentre gli altri se ne fregano (o peggio si lamentano pur non facendo niente).

Offline elbo

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 61
  • Karma: 0
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #11 il: 05/10/2007, 14:14 »
Vabbé, io sono l'ultimo arrivato però vorrei spezzare una lancia in favore di forart.it
Le idee che ha proposto sono interessanti e non andrebbero buttate via così a priori.

Secondo me andrebbe presa per buona l'idea di base e cioè la possibilità di poter modificare i file da tradurre direttamente on-line. Magari adesso può sembrare un'esagerazione, ma da quello che ho letto questo forum ha fatto passi da gigante da quando è nato, e allora perché non pensare in grande?


Offline mf3imp

  • Ritorno alle origini
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 526
  • Karma: 101
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #12 il: 05/10/2007, 14:20 »
Io non stavo dicendo nulla contro forart.it, quello che ha proposto è di indubbio interesse, ma per progetti medio-grandi. La traduzione di cdburner l'hai completata da solo, per cui sai quanto ci hai messo. Se ci saranno occasioni, sarà ben utile implementare cose realmente efficaci, ma come ho detto, siamo solo agli inizi, più delle prove che altro (prove nel senso buono, il lavoro svolto è di ottima qualità). Sono ancora meccanismi da registrare.

forart.it

  • Visitatore
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #13 il: 05/10/2007, 15:56 »
Beh, effettivamente sono un po' visionario... avevo già promosso ENG2ITA a portale nazionale per la localizzazione dei softwares liberi.  :ashamed:

Comunque capisco.  :-\

Offline Max

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 1.229
  • Karma: 114
  • Per eventuali richieste utilizzare pagina Contatti
    • Eng2ita
Re: ENG2ITA e l'open source
« Risposta #14 il: 05/10/2007, 18:59 »
Personalmente non vedo perchè la cosa non si possa attuare in un immediato futuro.

Non voglio creare illusioni ma non credo esistano particolari impedimenti a parte il discorso dell'importanza dei progetti.

Ad esempio mi viene in mente il lavoro svolto da Paolo Devoti in maniera quasi anonima per la localizzazione dei file di ReactOS... il nostro sito potrebbe assumere un ruolo importante in merito.

Quello che mi auguro è che ci sia una forte collaborazione altrimenti rimangono solo parole scritte su un post.

Edit: l'unico vero problema che ho trovato è il fatto che launchpad.net si basa su file di tipo .po e quindi non si può usare,
ma se esistesse un'interfaccia web ai file .rc che fa automaticamente il commit (magari una volta al giorno) si leverebbe un po' di lavoro manuale, ma non ho idea di quanto sia complicato mettere in piedi un sistema del genere.
« Ultima modifica: 05/10/2007, 19:18 da Max »

 

Eng2Ita su WinMagazine!!!!!

Aperto da Bardack93

Risposte: 38
Visite: 42120
Ultimo post 24/06/2008, 08:02
da DarioIV
Folding@Home Team di ENG2ITA

Aperto da Forrest

Risposte: 25
Visite: 23659
Ultimo post 17/05/2011, 22:23
da rainforest
Donne di eng2ita, fatevi sentire! postate qui

Aperto da Yza_K

Risposte: 27
Visite: 14107
Ultimo post 18/07/2008, 01:49
da Berserk